Garantito da Virgilio
Jumpin home

Articoli con Tag: manicotto di boemia

29 gennaio 2013

Praga: dolce tentazione

Praga non è solo una città ricca di monumenti e scorci caratteristici, ma è anche la città delle dolci tentazioni…quelle culinarie ovviamente.

Passeggiando per le stradine caratteristiche di Praga, sarà impossibile soprattutto per i più golosi, resistere al profumo caramellato del Trdlo, un delizioso dolce dall’impasto soffice,  formato da spire zuccherate, caramellate, speziate, ricoperto di noci o mandorle, cotto su bracieri ardenti dai venditori ambulanti.

Il Trdlo, chiamato anche Trdelnik o “Manicotto di Boemia” e’ considerato il tipico dolce di Praga, una vera e propria prelibatezza. Impossibile resistere!

E se al ritorno avrete nostalgia di Praga, vi lasciamo la ricetta di questo delizioso dolce.

  •  260 g. di farina 00
  • 110 ml. di latte
  • Un uovo intero + un albume
  • 30 g. di burro
  • Tre cucchiaini di zucchero
  • 15 g. di lievito di birra fresco
  • Un limone
  • Zucchero vanigliato q.b.
  • Zucchero semolato q.b.
  • Zucchero di canna q.b.
  • Cannella q.b.
  • Noci o mandorle tritate a piacere

 

Versare in una ciotola la farina ed il latte, poi il lievito che avrete sminuzzato ed amalgamato con lo zucchero; aggiungere il burro, l’uovo intero, la scorza grattugiata del limone ed amalgamare tutti gli ingredienti.

Versare il composto su un foglio di carta forno precedentemente sistemato sul piano di lavoro e leggermente infarinato.

Lavorare il composto fino a quando diventera’ liscio e compatto.

Inumiditevi le mani, formate una palla e adagiatela in una ciotola infarinata, coprite con un canovaccio e lasciate lievitare per un’ora.

Rovesciate la pasta lievitata sul foglio di carta forno leggermente infarinato, dividetelo in due parti e stendete col mattarello fino ad uno spessore di mezzo centimetro, quindi ricavate delle strisce larghe circa 2-3 cm e lunghe circa 40.

Ora per poter dare la forma caratteristica, da un rotolo di alluminio stendete una striscia sufficientemente lunga e tagliatela quanto la lunghezza di tutto il mattarello,  dividetela a meta’ per tutta la sua lunghezza e foderate con le due parti ottenute il mattarello, escludendo i manici.

Prendete quindi una striscia d’impasto ed avvolgetela intorno al  mattarello foderato, avendo cura di sovrapporla leggermente man mano che si arrotola ed ottenendo cosi’ un cilindro di pasta della lunghezza di circa 10 centimetri.

Versare in un piatto dello zucchero mischiato con zucchero di canna  e cannella e volendo noci o mandorle tritate. Spennellate i cilindri con l’albume sbattuto e immergeteli nello zucchero.

Sfilarli quindi delicatamente dal mattarello e spingerne l’alluminio in eccesso alle due estremita’ verso l’interno dei rotoli ottenuti.

Sistemarli in posizione eretta su una placca in precedenza foderata con della carta forno.

Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 10-12 minuti: devono leggermente dorarsi in superficie.

Buon appetito.

 

  • © Jumpin 2011

    P.Iva 07234970965
    Versione: 3.0.4 - 2011.725.1234 Nodo: fep-fep-jumpin-l1a